del 10 aprile 2017 

Classe 1998, alto 1.78 per 70 chili, è un attaccante ambidestro dagli ottimi fondamentali: dribbling secco, fiuto del gol e visione di gioco le sue caratteristiche principali.

Dopo aver giocato per un breve periodo in patria, nel febbraio del 2017 va in prova al Cagliari, con cui disputata il Torneo di Viareggio, segnando una rete.

Nel marzo dello stesso anno il Cagliari tenta la scommessa e decide di acquistarlo, Kwang Song Han diventa così il primo nordcoreano nel calcio italiano.

La partenza di Ibarbo gli apre un pò la strada e lui in pochi giorni si ritaglia uno spazio nella storia del calcio italiano, dapprima esordendo nel secondo tempo di Palermo-Cagliari, diventando così il primo nordcoreano ad esordire nel campionato italiano, e poi siglando una rete nel match perso dalla compagine sarda per 3-2 contro il Torino, diventando il primo calciatore nordcoreano a segnare in Serie A.

Nessuno, prima di lui era riuscito nell'impresa, e con queste potenzialità chissà che in futuro non possa firmare tante altre pagine della nostra Serie A.

0
0
0
s2smodern